Home WORKIN' STUDIO
Irene Scardia

irene en rouge

Nel 1989 consegue brillantemente il diploma di Pianoforte presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce.

Parallelamente studia danza presso la scuola dell’attuale “Balletto regionale Pugliese" e si perfeziona presso “Accademie de danse classique” di Monaco e con il maestro Reginald Poiter per la danza contemporanea. Nel 1990 Partecipa ai corsi di recitazione presso l’Associazione “Europa 2000” diretta dal M° Diotiaiuti. Ha partecipato a corsi di perfezionamento pianistici sotto la guida dei Maestri De Barberis, Cafaro, Caporali e con il M° Feliciani per la musica contemporanea. Prosegue gli studi approfondendo l’improvvisazione jazzistica sotto la guida del M° Luigi Bubbico e lo studio della composizione con i M° Ferdinando Sarno e Cosimo Colazzo.Nel 2001 riceve un riconoscimento speciale come pianista compositrice al concorso “Il Salentino” e si classifica come finalista al concorso “W il Jazz” Citta di Milano.

Dal 1995 fonda l'Associazione Culturale “L’Orchestrina” e si fa promotrice di laboratori musicali ed eventi culturali.

Ha collaborato in qualità di docente e responsabile artistica di progetti musicalii con le seguenti istituzioni: 2000 Direzione Didattica Lequile, 2001Onlus Associazione Genitori IV Circolo Lecce, 2002/09 Scuola del “Balletto regionale Pugliese”, 2002 Fondazione IPAB “Bernardini” Arnesano, 2003 Direzione Didattica “A.Diaz” di Lecce, Coro Universitario per Edisu di Lecce, 2004 Itis “E.Medi” Galatone, Liceo Statale “F.Capece” Maglie, Casa Circondariale Lecce, 2010/2011 Istituto Marcelline di Lecce, 2005/2011 Direzione della Scuola di Musica del Teatro Antoniano Lecce.

Parallelamente all'attività di dattica svolge attività compositiva e concertistica.

Una scrittura che incalza aritmicamente le tensioni di un partecipare alla musica sempre in cerca ma, disposto allo stupore, alla meraviglia del dono”. “Un viaggio di leggerezza che dentro una forte tensione espressionistica si confronta con modalità minimali e jazz. Temi di forte impatto sentimentale, larghi, in andature che aprono il campo, fanno visioni”.

Nel lavoro di Irene Scardia “c’è una forza che muove le mani alla musica: l’inquietudine femminile che cuce lingue, densità espressive che propagano la necessità di una creatività piena, originaria, materia. Di quella ‘materia’ che fa il battito, il segreto, il ridere e il patire. Sangue e cuore e natura e…vento!”. (M.Marino)

Pianista, compositrice, performer, musicista indefinibile nella sua originalità, dalle sonorità liriche e dirette che arriva, nella sua qualità tecnica, senza disperdersi, all'essenza.

Il suo primo lavoro discografico per piano solo, prodotto da Workin’ dal titolo “I Giorni del vento”, è stato presentato in febbraio 2010 nel programma Battiti di Radio 3.
Grazie ad una formazione artistica che la vede percorrere, oltre ai regolari studi musicali, significative esperienze nel campo della danza e del teatro, Irene Scardia, realizza alcune produzioni multimediali, Il Il Il "Il Tempo d'Irene" per Itinerario Rosa 2002, "Quattro pagine di me" per Itinerario Rosa 2003, "Meredith à rebours" Cantieri teatrali Koreja 2004, "I giorni del vento" Rassegna musicale Suoni a sud 2008, "Quello che so del cielo" Mediterranea estate 200).
Ha collaborato con lo scrittore e performer Massimiliano Manieri nelle performance “E non parlammo che d’aria” 2008 e “Due di noi” 2010; il pianista Mauro Tre in un progetto a quattro mani in cui confluiscono le pratiche della scrittura e l’incontro tra due forti personalità pianistiche dai percorsi quasi opposti, che dà luogo ad una sfida in cui il gusto dell’ascolto si abbraccia al ricamo della scrittura.
Dal 2010 nasce la formazione Irene Scardia Trio, composta insieme due tra i più interessanti musicisti freelance dell'attuale scena pugliese, Emanuele Coluccia compositore, sassofonista e pianista e Luca Alemanno giovane talentuoso contrabbassista, vincitore del primo premio del “Euro bass day” 2009. In repertorio brani originali composti da Irene Scardia.
Nel 2011 collabora con l'attrice Silvia Lodi nella realizzazione dello spettacolo di teatro e musica Baby get lost su testi di Simona vinci e musiche originali di Irene Scardia, presentato nella rassegna teatrale "Io sono un alieno" al Coffeandcigarettes a Lecce; con l'attrice Lea Barletti e la cantante e performer Anna Zecca nasce la performance interattiva Unità di taglia presentata nell'ambito della rassegna culturale "Itinerario rosa 2011".Dal 2007 è Direttore artistico di Suoni a Sud, rassegna musicale e residenza artistica dedicate alle nuove produzioni d’autore.