Home Varie Varia MATTEO CONA QUARTET
MATTEO CONA QUARTET

matteo cona new_color cut
JAZZ CONTEMPORARY

 

Formazione la cui ricerca musicale prova a sfuggire i cliché del jazz post-bop seppur accogliendone le grandi innovazioni compositive e timbriche. Lo stile è certamente influenzato da musicisti come Kurt Rosenwinkel, dal quale mutua la ricerca tra jazz e rock con un frequente lirismo tensivo, e Kenny Wheeler che ispira composizioni di ampio respiro e la costante ricerca di un fil rouge che attraversi ogni passaggio dell’opera. L’efficacia del risultato sonoro si realizza anche grazie al contributo dei musicisti che hanno collaborato alle registrazioni: il sassofonista di Augusto Pallocca, una sorta di Jan Garbarek 2.0, tastierista Carlo Ferro, coinvolto anche nel ruolo di basso synth che porta la ricerca sonora più’ vicina alla new wave neosoul americana e l’eccezionale tecnica del batterista Sergio Tentella, noto per le sue sperimentazioni nell’elettronica nel groove poliritmico. In febbraio 2017 pubblicano il loro secondo disco "Somethng to do on sunday" per l'etichetta Workin' Lable e la distribuzione di I.r.d contenente 10 brani originali composti da Matteo Cona che raccontano storie vere di persone e dei loro differenti modi di vivere il tempo libero. 


Matteo Cona chitarra
Augusto Pallocca sax tenore
Carlo Ferro piano elettrico e basso synth 
Sergio Tentella batteria


SITO UFFICIALE
 




CANALE YOUTUBE 

BIOGRAFIE

MATTEO CONA inizia lo studio della chitarra nel 2003 approcciando con il rock e del blues con Paolo Sapone. Dal 2009 inizia il suo percorso jazzistico, studiando chitarra, armonia e arrangiamento. Nel 2009 ha seguito seminari con Antonio Sanchez, Dennis Chambers e Jeff Berlin. Nel 2010 partecipa ai seminari estivi di Siena Jazz, seguendo le lezioni di Peter Bernstein, Ben Monder, Tomaso Lama, Pietro Condorelli, Stefano Battaglia, Reuben Rogers, Ettore Fioravanti e Mauro Negri. Segue i seminari di Tuscia in Jazz, dove entra in contatto con grandi artisti come Kurt Rosenwinkel, George Garzone, Rick Margitza, Buster Williams, Dave Kikosky.        
Nel 2011 conclude il suo percorso di studio presso Artidee, entrando a far parte del corpo docente come il più giovane insegnante.  
Si diploma al Biennio specialistico di Jazz al Conservatorio L. Refice di Frosinone con una tesi sul compositore e trombettista Kenny Wheeler. Prosegue nello stesso conservatorio studiando arrangiamento con Marco Tiso e chitarra con Umberto Fiorentino.   
Nel 2012 organizza il “Vari Jazz Festival”, quattro appuntamento con il jazz tradizionale con progetti curati giovani talenti del jazz Italiano.           
Suona dal 2012 con la Banda Larga Jazz Orchestra diretta da Marco Tiso.
Nel 2013 pubblica il disco d’esordio “Altra Corsa Altro Giro” apprezzato dalla critica nazionale e definito come “un disco di jazz moderno, cangiante, virale”. 
Dal 2015 collabora con la cantautrice Valentina Polinori, per la quale è prevista l’uscita del disco di esordio nel 2017 con l’etichetta Cuborosso.

CARLO FERRO Inizia a studiare pianoforte a Roma nel 2007. Si diploma col massimo dei voti in piano jazz presso “Saint Louis College Of Music” studiando con Greg Burk, Antonio Solimene, Amedeo Tommasi, Cristiano Mastroianni, Andrea Avena, Pierpaolo Principato, Michel Audisso, Nico Stufano, Marcello Rosa. Nel settembre 2009 è ammesso al terzo livello dei seminari di alta formazione “Roma Jazz’s Cool” studiando con Phil Markowitz, Mark Turner, Susanna Stivali, Jeff Ballard, Larry Granadier, Enrico Pieranunzi, Nancy King, Peter Bernstein. Segue i seminari jazz del pianista Barry Harris. Nel 2011 consegue la licenza di Teoria al conservatorio L. Refice di Frosinone. Vince due borse di studio al Saint Louis College Of Music e accede al primo posto in graduatoria al corso di laurea jazz sempre presso il conservatorio di Frosinone. 
Si esibisce in vari teatri italiani con la compagnia teatrale ‘Le Vignacce’ e svolge intensa attività live con diverse formazioni in numerosi locali romani, festival jazz ed eventi in Italia.
Ha registrato in studio con Dora Sisti “Mai prima d’ora”, I Figli Della Forca “the big kahuna”, Enrico Olivanti “Il pensiero Positivo”, Antonio Maresca, Renato Palazzo “Back To Square One” e nell'ultimo lavoro discografico di Marcello Rosa con la Exit Orchestra 'Number One'.
Ha collaborato con Saint Louis Big Band, Exit Orchestra, Marcello Rosa, Marco Tiso, Roberto Gatto, Bill Smith, Aldo Bassi, Fabrizio Bosso, Max Ionata, Javier Girotto, Bepi D’Amato, Roberto Schiano, Massimo Nunzi, Michele Ascolese, The Capital Strokes, Randy Roberts, Enrico Olivanti 5tet, Dora Sisti 5tet, Antonio Maresca, Naelia,  Chiara Izzi, Alberto Parmegiani, Simone Alessandrini, Matteo Cona e molti altri.   
E' il leader e fondatore della band jazz-rock “The Black Market” e co-fondatore con Alberto Parmegiani e Riccardo Gambatesa del trio White Waves. Si dedica da sempre inoltre all’attività didattica sia privata che in strutture scolastiche come la Schola Palatina di Tivoli, L’Ottavo Suono, Artidee, Riverside Music School, Villa Paganini, e altre.

AUGUSTO PALLOCCA classe 1982, sassofonista, insegnante, compositore, giornalista musicale, rapper. Fin dall’adolescenza si interessa al mondo della musica afroamericana. Da rapper e beatmaker pubblica il demo “Stradivari” nel 1998 e nel 2001 l’LP “Homiez and money – the album”, oltre a collaborare con la rivista specializzata a tiratura nazionale Biz.Intraprende lo studio del sassofono con Carlo Micheli, Giancarlo Maurino e Davide Grottelli. Nel 2004 partecipa ai Clinics della Berklee School di Boston, approfondendo lo studio dello strumento con il sassofonista Greg Badolato. 
Fino al 2008 suona con i Cappello a Cilindro, band con la quale incide due dischi e con cui calca importanti palchi nazionali e internazionali, partecipando nel 2005 e 2006 al Concerto del Primo Maggio a Roma, nel 2007 a Italia Wave e al Pop Komm di Berlino, nel 2008 a Eurosonic.   
Nel 2007 intraprende la carriera accademica, iscrivendosi e poi diplomandosi brillantemente al Corso Sperimentale di Jazz del Conservatorio “L.Refice” di Frosinone, dove ha la possibilità di studiare e confrontarsi con Ettore Fioravanti, Eugenio Colombo, Marco Tiso, Roberto Spadoni.
E’ membro della Big Band del Conservatorio di Frosinone, nel 2010 è il sassofonista dell’orchestra del Tip Tap Show al Sistina, nel 2011 si esibisce con il suo quartetto nella prestigiosa cornice delle Scuderie Aldobrandini di Frascati ed entra a far parte del quintetto del trombettista svizzero Olivier Berney. 
Tra il 2008 e il 2010 cura la direzione artistica di Jazzteagarden e Sometimes in Winter, due rassegne jazzistiche organizzate presso l’Antico Casale di Colle Ionci a Velletri. 
Dal 2003 insegna Teoria e Solfeggio, Armonia e Sassofono nel Centro Musicale “Arcangelo Corelli” di Velletri, centro di cui cura anche la direzione. Nel 2012 esce “Love Is A Weapon”, il suo primo lavoro da produttore con lo pseudonimo di Aku, collaborando alla realizzazione con Valentina Lupi, Fire Flowerz, Davide Borri.             
Nel 2013 realizza la colonna sonora del web-film “Prima Del Vulcano” e del cortometraggio “Iodioluca”, lavori interpretati dall’attore e regista Luca Di Giovanni. Nel 2015 esce il suo primo Ep da rapper solista, intitolato ‘True Blood’. Nella primavera del 2016 pubblica il suo ultimo lavoro, ‘Lacuna Ink’.

SERGIO TENTELLA nato a Roma nell' 89 inizia a suonare la batteria all'età di 11. Entra al Dipartimento di musica Jazz presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma seguendo le lezioni dei maestri Roberto Gatto, Danilo Rea, Paolo Damiani, Ettore Fioravanti. Nel corso degli anni partecipa a diverse clinic e masterclass con Dave Weckl, Jojo Mayer, Lorenzo Poli, Emanuele Smimmo, Antonio Sanchez, Johnny Rabb, Maurizio Dei Lazzaretti, Scott Henderson, Jeff Berlin e Dannis Chambers. Nel 2013 prende parte al Croatia Drum Camp assistendo alle clinic di Benny Greb,
Howard Curtis, Gabor Dornyei e Peter Curic.       
Dal 2015 collabora con Daniele Sciolla nel progetto “Elephantides”, duo sperimentale di musica elettronica  nato dall’idea di accomunare sonorità elettroniche e acustiche, utilizzando sintetizzatori, batteria e oggetti non necessariamente di origine musicale.La scelta stilistica del duo è caratterizzata da continui cambi metrici che sfasano la percezione ritmico/sonora, effetto tipico del jazz contemporaneo e della musica classica ancora inesplorato nell'elettronica.      
E’ membro di “Kube”, gruppo pop/rock Italiano
, 1° e 2° classificati al Festival di Ghedi, Premio Donida, Premio
Lunezia, Irock festival. Nel 2013 sono selezionati da Mauro Pagani alle finali di
Sanremo Giovani. Alcuni loro singoli sono contenuti nella compilation Hit Mania (Warner
Chappell).


DISCOGRAFIA

altro giro altra corsa_cover
2013

 cover_matteo-cona_rid 
MAGGIORI INFORMAZIONI