Home ARTISTI Artisti GIULIA DI CAGNO
GIULIA DI CAGNO
giulia di cagno 1rid
Jazz Singer



Giulia Di Cagno nasce a Parma nel 1992. Si laurea al Conservatorio “Arrigo Boito” in violino classico ma ben presto si dedica completamente al canto iniziando a studiare con la barocchista Monica Piccinini all'Istituto “A. Peri” di Reggio Emilia. Di lì a poco incontrerà il mondo del Jazz, innamorandosene.

Frequenta il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna studiando con la virtuosa vocalist Diana Torto. Nell’ambiente di studi inizia fin da subito a collaborare con altri giovani talenti italiani quali Michele Morari, Leonardo Caligiuri, Giacomo Ferrigato, Filippo Bubbico ma anche con musicisti di grande esperienza come Beppe Di Benedetto, Andrea Papini, Claudio Tuma, Enrico Lazzarini.

Approfondisce la tecnica vocale con Cristina Zavalloni, Silvia Testoni e lo studio del linguaggio Jazzistico frequentando i seminari di “Siena Jazz”, “Jazz al Borgo” sotto la guida dei più grandi musicisti italiani ed internazionali quali Kenny Barron, Miguel Zenon, Jeff Ballard, Massimo Greco, Furio Di Castri, Bebo Ferra.

Si esibisce nei più importanti luoghi del Jazz in Emilia Romagna quali la Cantina Bentivoglio di Bologna, Arci Zerbini Jazz Club di Parma, Cotton Club di Modena e al Milestone di Piacenza dove, per due edizioni, è voce finalista al “Concorso Chicco Bettinardi”, con grande apprezzamento della critica.

Nel 2016 canta presso l’Oratorio San Filippo Neri per il prestigioso Bologna Jazz Festival, selezionata dal Conservatorio per eseguire, in veste di prima parte, il celebre “Take the A train” riarrangiato per 7 voci dal grande compositore e arrangiatore Michele Corcella. 

Nel 2017 è selezionata per Locomotive Giovani, progetto pugliese finalizzato alla promozione di nuovi talenti del jazz italiano, promosso da Locomotive Jazz Festival 2017 in collaborazione con l’etichetta discografica Workin’ Label, esibendosi nell’Anfiteatro Romano di Lecce con ospite Bebo Ferra e vincendo la borsa di studio per i seminari di “Nuoro Jazz”.
Da sempre affascinata dalla musica popolare del nostro paese e, in particolare, da quella partenopea, avvia un duo dalle sonorità classiche ma dal gusto innovativo con il chitarrista salentino Claudio Tuma. 
Appassionatasi alla ricerca nell’ambito del duo voce e pianoforte, intraprende una collaborazione con il pianista napoletano Vittorio Solimene per esplorare il repertorio jazz dalla tradizione fino alla modernità indagando su nuovi approcci espressivi.
Parallelamente avvia un progetto con il pianista, compositore, producer pugliese Filippo Bubbico incentrato sia sulla ricerca di nuove prospettive armoniche che nelle soluzioni dell’arrangiamento. Il duo è al lavoro nella registrazione di un disco che uscirà prossimamente per l’etichetta Workin’ Label.
Collabora a un progetto sperimentale in quartetto con Bebbe Di Benedetto al trombone, Alessandro Carreri al basso elettrico e Nicola Angelucci alla batteria.